News & Eventi 

Lui, lui partout

JEAN GAUDAIRE-THOR

Palazzo Binelli – Carrara, Via Verdi, 7
19 aprile – 14 maggio 2022
Orari apertura: dal lunedì al sabato h. 10 -13 /15 -19
Chiusa le domeniche e i giorni festivi

Per il bicentenario della morte la mostra itinerante dell’artista francese Jean Gaudaire-Thor, al quale il dipartimento di Seine-Et-Marne ha dato l’incarico strategico e creativo per un’evocazione artistica, non mitografica, della figura di Napoleone, dopo Ravenna è ospitata a Carrara nelle sale dello storico Palazzo Binelli.
L’artista comincia a dialogare con Napoleone nel 2014, quando è in soggiorno all’isola d’Elba, mentre l’isola celebra il bicentenario dell’esilio dell’Imperatore. Al suo rientro inizia a documentarsi, leggendo pagine e pagine di storia, centinaia di lettere e i tanti libri degli aiutanti di campo. Da queste ricerche storico iconografiche l’artista ha prodotto più di 400 opere: dipinti su tela, su carta, disegni, sculture, che indagano sulla visione, immaginazione, sull’universo pluriverso di un Napoleone Bonaparte insospettabilmente poetico, che scrive: «Preparo i miei piani di battaglia con i sogni dei miei soldati addormentati».

La mostra di altissimo profilo, curata da Patrizia Poggi, Giancarlo Franco Bertaccini ed Enzo Tinarelli (artista, mosaicista e docente all’Accademia di Belle Arti di Carrara) prende le mosse da Tolone, dove il giovane capitano di artiglieria si guadagnò i gradi di generale e fece la storia dimostrando per la prima volta le sue doti di grande stratega. La seconda tappa è stata Fontainebleau, nel cuore della città imperiale, la Demeure du Parc con opere di incredibile modernità, ispirate all’epopea dell’Imperatore e successivamente a Sens, nella Maison d’Abraham.

La mostra è arricchita da diverse iniziative culturali per tutto il periodo dell’esposizione, da conferenze a tema fino alle visite guidate. 

Per scaricare il programma degli eventi collaterali clicca qui
Per scaricare il comunicato stampa completo clicca qui

Domanda contributi 2022

È on line la nuova modulistica per la richiesta di contributi per l’anno 2022.

Le Associazioni e gli Enti che intendono presentare la domanda dovranno scaricare il modulo, compilarlo e inviarlo alla Fondazione tramite PEC o raccomandata entro il 15 marzo 2022.

Come sempre la Fondazione si impegna a sostenere e promuovere progetti di utilità sociale, di promozione culturale e di stimolo per uno sviluppo economico sostenibile, indirizzando la propria attività nei settori previsti dalla normativa.

All’interno del modulo è ancora possibile compilare (esclusivamente per coloro che non l’hanno mai fatto in precedenza o intendono aggiornare i dati) la sezione dedicata all’iniziativa Attiviamoci, avviata nel 2020 con l’intento di creare una banca dati di tutti i soggetti che operano nella Provincia di Massa Carrara, con particolare riferimento alle tipologie di Enti ed Associazioni che hanno la possibilità di richiedere un contributo e che la riforma del Terzo Settore individua come patrimonio non solo da riorganizzare ma anche da valorizzare.

Per scaricare la modulistica fai click su: 
Modulo PDF
Modulo EDITABILE

Nasce il Fondo per la Repubblica Digitale

La Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara ha aderito al Fondo per la Repubblica Digitale istituito con decreto-legge del 6 novembre 2021, n. 152, art.29 (convertito con modificazioni dalla legge 29 dicembre 2021, n. 233) che verrà alimentato, nel quinquennio 2022-2026, dai versamenti effettuati dalle Fondazioni di Origine Bancaria per un importo complessivo di circa 350 milioni di Euro in base al Protocollo d’Intesa siglato tra il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale (MITD), il Ministero per l’Economia e le Finanze (MEF) e l’Associazione delle Casse di Risparmio Italiane (ACRI). Il progetto si inserisce all’interno delle iniziative a supporto del piano generale di digitalizzazione previsto dal PNRR. Obiettivo del Fondo è quello di accrescere le competenze digitali della popolazione italiana sostenendo progetti rivolti alla formazione ed all’inclusione in questo settore, superando il divario culturale ancora presente nel nostro Paese. La governance del Fondo è affidata ad un Comitato di indirizzo strategico composto da sei membri designati dal Governo e dall’Acri e ad un Comitato scientifico indipendente a cui è riconosciuto il compito di monitorare e valutare l’efficacia ex post degli interventi finanziati. Entro sei mesi verrà inoltre individuato un soggetto attuatore che si occuperà di tutte le attività operative come la redazione di bandi a cui potranno partecipare soggetti pubblici, privati senza scopo di lucro e soggetti del Terzo settore, da soli o in partnership.

Lunigiana Land Art

Il Presidente Enrico Isoppi e il Segretario Generale Antonio Simonini erano presenti lunedì nella sede della Regione Toscana per la presentazione del progetto Lunigiana Land Art, vincitore dell’Avviso pubblico Borghi in Festival promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

Il progetto, realizzato con il cofinanziamento di Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e da una rete di 41 partner tra cui i 12 Comuni della Lunigiana, mira a valorizzare il territorio nelle sue peculiarità attraverso l’incontro di esperienze, attività e produzione artistica. Il programma, disponibile a partire dal mese di febbraio 2022, prevede, da marzo a luglio prossimi, eventi, spettacoli, laboratori, tour, performance e residenze d’artista diffusi su tutto il territorio.

Per ulteriori informazioni: